incisione del coprialimentatore

ora pero` devo anche fare un’incisione sul coprialimentatore (un’incisione abbastanza semplice) :

posto questa enigmatica immagine… :fiufiu:

…ed ecco un altro componente tecnologico da integrare oltre allo specchio: un sacchetto di plastica!


eheh e ormai dovrebbe essere chiaro cosa sia il componente misterioso, E` UN VIDEOPROIETTORE!

..un videoproiettore che servira` come monitor secondario, collegato alla scheda video tramite l’uscita analogica, e lo schermo proiettato sara` sulla parete frontale della torre, subito sopra i sensori di tocco

al momento non posso fare ancora un video, ma appena posso faro` un video che faccia vedere in funzione tutti i componenti del kernel (videoproiettore, sensori di tocco, ecc..)

intanto ecco qualche foto :


…e ora posso anche pubblicare le foto di una prova che ho fatto molto tempo fa, appena finita la scocca esterna, e che per ovvie ragioni all’epoca non avevo pubblicato…
ecco le foto della prima prova del proiettore nel case :

Un po’ di note storiche su quel proiettore e sul motivo per cui avevo a disposizione questo oggettino :

si tratta di un cimelio di famiglia : il modello e` philips lcp5000, e per la precisione se non sbaglio e` uno dei primi (se non il primo) videoproiettore compatto a lcd, uscito sul mercato nei primi anni 90, quando i videoproiettori erano unicamente a tubi catodici, e grandi e pesanti come degli armadietti
Quel proiettore infatti ha una definizione abbastanza ridicola, perche` all’epoca gli lcd non erano certamente quelli di adesso, e quindi in quello spazio riusciva a starci al massimo un basso numero di pixel.
Inoltre anche la luminosita` e` abbastanza bassa, perche` in una struttura cosi` piccola (e` piccola ora, ma per l’epoca era MINUSCOLA) non si riusciva a far stare una lampada potente e un sistema di raffreddamento adeguato.

Insomma, non era un prodotto per il grande pubblico, ma piu` che altro un esercizio di stile, e infatti non ha mai avuto un mercato: dopo quegli anni non sono stati piu` prodotti e progettati modelli simili, fino all’uscita sul mercato dei proiettori ad lcd di nuova generazione solo molti anni dopo.

Il motivo per cui non ha avuto successo ovviamente era il rapporto qualita` prezzo: essendo l’ultimo ritrovato tecnologico e un esercizio di stile costava una barca di soldi, e la qualita` dell’immagine ottenuta era ridicola… era solo un oggetto simpatico per il fatto che era compatto e portatile, ma ovviamente questo unico pro, di fronte a tutti i contro, non gli ha mai fatto prendere piede.

Ecco, mio padre e` stato uno delle poche persone che nel lontano 95, affascinato dall’oggetto se ne e` comprato uno, e poi pero` per i difetti che ho detto sopra non l’ha mai usato seriamente.

Ora, i due difetti principali sono la scarsa definizione (quindi adatto solo per proiettare schermi piccoli) e la bassa luminosita` (che si traduce pero` in minore calore generato dalla lampada), che guarda caso sono esattamente le due caratteristiche che deve avere un ipotetico proiettore da usare all’interno di un case, da qui la mia idea di integrarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *